Posted on Lascia un commento

Cosa si nasconde dietro a YVES ROCHER?

[embedyt] https://www.youtube.com/watch?v=yOTIHWiV5do[/embedyt]

Entrare nel mondo Yves Rocher è come conoscere una nuova amica con la quale condividi molti interessi, all’apparenza ti sembra simpatica e ti incuriosisce.Questo viaggio ha solo confermato le mie prime impressioni.

  

Qualche settimana fa sono andata a Parigi, come ospite, per saperne di più su questo mondo fatto di fiori e di bellezza e non mi sarei mai aspettata di imparare così tanto.

Innanzitutto a Parigi, abbiamo visitato il Flagship Store (in una delle vie principali per lo shopping Parigino, proprio davanti a Galeries Lafayette). La quantità e la diversità dei prodotti mi ha lasciata di stucco, non solo, al piano inferiore, ne L’Institut,  si possono prenotare delle sedute di bellezza, massaggi ed altri trattamenti spa.


Al pomeriggio siamo state accompagnate per un tour guidato all’interno della sede parigina del brand. Non solo abbiamo visto i laboratori e scoperto molto sul processo della formulazione dei prodotti e della scoperta delle proprietà nelle piante utilizzate. Ci è stata presentata anche la nuova linea di prodotti Hydra Végétal a base di Edulis.
Qui troverete più informazioni: CLICK


Edulis, è una simpatica piantina che cresce sulle scogliere bretoni (stessa regione in cui Yves Rocher è nato), vive in completa armonia con l’oceano, trattenendo l’acqua all’interno di essa grazie ad una speciale membrana, proprio come la nostra pelle. Questo é stato il motivo della scelta di realizzare uno studio su questa pianta, scoprire il segreto per idratare piú a lungo la pelle.

 


 

In serata abbiamo raggiunto La Gacilly, e pernottato all’eco hotel La Gree Des Lande.

Un eco-hotel, é proprio come un hotel che peró nasconde un segreto prezioso!
Infatti tutto è costruito e funziona in armonia con la natura, dai materiali utilizzati, ai prodotti di origine vegetale, alla purificazione dell’acqua fatta attraverso speciali piante.
Pensano proprio a tutto e a tutti, i prodotti alimentari infatti provengono tutti da piccoli fornitori locali. Ah! C’è anche la spa, dove siamo state omaggiate di un massaggio di 50 minuti.
Reminder a me stessa: i 50 minuti piú rilassanti della mia vita. Da ripetere!

Il viaggio culmina con le visite a La Gacilly, villaggio natale di Yves Rocher suo giardino botanico, dove approfondiamo le conoscenze acquisite a Parigi.

Una cosa che mi ha colpito molto è che questo brand ha anche una fondazione che ogni anno, attraverso l’iniziativa Terre de Femmes,  premia una donna, impegnata nel sociale e nella salvaguardia della natura.
La mia preferita quest’anno è un’italiana: Susanna Magistretti.
Susanna ha aperto un vivaio nel carcere di Bollate nel quale lavorano gli stessi carcerati che imparano una nuova professione entrando in contatto con la natura. Questo permette loro di trovare un lavoro affine una volta scontata la pena. Ammirevole no?

[embedyt] https://www.youtube.com/watch?v=bnKm5Xx_CIE[/embedyt]

Per concludere vi consiglio di visitare un negozio Yves Rocher se amate i prodotti a base naturale e di farvi consigliare, entrate dentro come se entraste in un giardino e traete beneficio dalle piante che preferite.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.